Tag

, ,

Parola dal significato interessante.

solidarietà, silenzio su mancanze, colpe altrui per salvaguardare propri interessi, per timore di conseguenze negative ecc. | forma di solidarietà propria della malavita, per cui si mantiene il silenzio su un delitto o sulle sue circostanze in modo da ostacolare la ricerca e la punizione del colpevole

Etimologia: ← forse forma napol. di umiltà, per indicare sottomissione alle regole della camorra

Ora, al di là dell’etimologia (io adoro i Napoletani), e al di là del significato prettamente legato alla malavita, mi soffermo sul significato principale della parola, e quello che più si può riscontrare nella vita quotidiana…

silenzio su mancanze, colpe altrui per salvaguardare propri interessi

Il problema è sempre lo stesso (purtroppo…).

Tutti siamo bravi e capaci di lamentarci per i problemi (lavorativi, sociali, statali, politici etc), ma nessuno si prende la briga di esporre le proprie opinioni, i propri motivi, di dire apertamente cosa c’è che non va. E quei pochi che lo fanno passano per dei coglioni!

Stanca…decisamente troppo stanca…

E quindi può capitare che il “signor BREBEMI” dopo aver devastato le campagne del bresciano e del bergamasco, dopo aver espropriato terre a destra e a manca, arrivi un bel giorno a fare una seminario sulla bellezza e sul recupero del territorio, con tanto di assessori e ministri al seguito! E quando lo fai notare (a gente che fino al giorno prima lo insultava) ti senti dire “e vabbè..è un vanto per il paese”.

E capita anche che in un ufficio con 100 persone circa, di cui una cinquantina sono consulenti, ci siano almeno 10 persone (il 10% non è poco!) che non fanno un cazzo dalla mattina alla sera (io sono una di queste) non per “non voglia” ma perchè non viene assegnato nulla da fare e non vengono nemmeno date le conoscenze per poter essere pro-attivi, mentre ci sono persone super-indaffarate che si curano il loro orticello senza divulgare minimamente le proprie conoscenze. E capita di parlare con qualcuno che di lavoro ne ha (via mail o messaggeria istantanea), che ti dà ragione, che si dispiace, che ti sta vicino…ma prima di chiudere la conversazione ti chiede cortesemente di cancellare la cronologia della conversazioni O.o .

E capita di essere parecchio stanchi di tutto questo, stanca di non avere nulla da fare in primis, ma stanca anche di chi “si accontenta” e mi dice di accontentarmi “perchè tu almeno il lavoro ce l’hai”. Vero, verissimo, ma è 15 anni quasi che faccio questo lavoro, sono stata contesa da clienti e datori di lavoro, ho ottenuto un certo rispetto e una certa posizione perchè mi sono sempre fatta il culo, e sinceramente a me questa situazione non piace! Non mi piace rubare i soldi passando le mie giornate a scaldare la sedia, e non mi piace questo silenzio assenso di tutti quelli che sono nella mia stessa situazione!

Signore e signori, questa si chiama omertà, e se il termine non vi pace perchè lo associate alla mafia…fatevi una domanda, e datevi una risposta da soli. Va tutto avanti così, perchè la maggior parte della gente, purtroppo è così! Far valere i propri diritti, e cercare di migliorare, non implica la maleducazione o la stronzaggine, lo si può fare in modi rispettosi ed educati, e questo, vi assicuro, in qualsiasi ambito in cui decidiate di applicarlo!

Detto questo…vado a parlare col capo!