Tag

,

Bene, visto che una delle chiavi di ricerca con cui arrivano sul mio blog è “coltelli russi” ho deciso di dedicarci un post, almeno arrivano qui per qualche motivo😀.

Производство холодного оружия в г.Златоуст

Il coltello è un utensile di uso manuale utilizzato per il taglio. Il termine deriva dal latino cultellus, diminutivo di culter. Solitamente consiste in una lama ad una punta con uno o più bordi affilati fissata ad un manico.

Le prime lame erano di selce o di ossidiana, scheggiata o levigata ad un bordo, a volte dotate di un manico. Più tardi con gli sviluppi della fusione e della metallurgia le lame sono state sostituite prima dal rame, poi dal bronzo, dal ferro, e infine dall’acciaio.

TIPI DI COLTELLO

Il coltello a serramanico è un tipo di coltello la cui lama, quando non in uso, può essere ripiegata all’interno del manico, essendo ad esso fissata per mezzo di un perno sul quale la lama stessa può ruotare. Per questo motivo un coltello a serramanico non necessita di fodero e quindi occupa meno spazio, ciò che ne rende più facile il trasporto anche all’interno di una tasca.

I coltelli a serramanico multifunzione sono quelli dove, oltre alla lama, sono presenti altri attrezzi in grado di svolgere la più varie funzioni

Il coltello a scatto, detto anche a molla o ad apertura assistita, è un tipo particolare di coltello a serramanico dove la lama, invece di essere estratta manualmente, viene azionata da una molla tramite un pulsante di sgancio o leva di svincolo (necessario il porto d’armi).

Il coltello a lama fissa, come suggerisce il nome, non ha una lama mobile, di conseguenza necessita di un fodero per essere riposto in modo sicuro. Spesso i foderi sono costruiti in cuoio, ma è possibile trovarli in una varietà di diversi materiali. Tale tipologia di coltello è solitamente più robusta e grande di un coltello pieghevole.

TIPI DI LAME

Ci sono diversi tipi di forme di lame di coltello; alcune delle più comuni sono le seguenti:

TIPI LAME

1)    normale o a temperino

2)    A lama ricurva

3)    A doppia

4)    A uncino (La lama goccia è l’opposto di quella a uncino)

5)    A zampa di pecora

6)     Stile tantō americano, il coltello è dritto.

E arriviamo quindi ai coltelli russi.

Da quasi due secoli Zlatoust, negli Urali, rimane il centro della produzione delle armi bianche in Russia. Gli artigiani locali vantano la riscoperta del famoso acciaio Damasco, il segreto del quale era stato perduto ancora nel Medioevo. All’inizio del XIX secolo l’ingegnere russo Pavel Anossov fabbricò una lama che non aveva nulla da invidiare alle famose spade dell’antichità. La sua lama facilmente tagliava in due una sciarpa di seta gettata in aria, cosa che era impossibile fare persino con la piu’ tagliente delle lame in acciaio inglese, considerato all’epoca il migliore. Recentemente, 14 aziende artigianali di Zlatoust hanno creato un’associazione chiamata Gilda delle armi artigianali e promuovono con successo il loro marchio nei mercati internazionali.

Negli Urali si fabbricano lame di vari tipi: lisce e brillanti, in acciaio inossidabile, ma anche in cosiddetto acciaio damascato. Gli artigiani abbelliscono le loro armi con scene di caccia, disegni di animali e uccelli. Questa tecnica, spesso viene chiamata “stampa su acciaio”.

Se volete acquistare dei coltelli MADE IN RUSSIA potete guardare QUI. Si va dai coltelli militari, a coltelli da cucina o semplicemente decorativi!