Tag

,

Ora, che io sia una taglia forte è risaputo, e per carità, per quanto sia a favore di qualche chilo di troppo, nulla da dire se a volte non trovo vestiti nei negozi…perdessi qualche chilo sarebbe meglio! Ma sui capelli no, lì mi incazzo.

Una taglia forte, solitamente, non è discriminata nei negozi di scarpe e dai parrucchieri: lì non ci sono taglie che tengano eh.

Invece no, tu vai da un parrucchiere, dal parrucchiere scacione del paesino di 500 anime, al centro tricotico superfigo della grande metropoli, e il problema è sempre lo stesso:

Parr: come li vuoi i capelli?

Io: ma, non so, tu cosa mi consigli?

Parr: ti dò un catalogo, tu intanto sfoglialo e dimmi cosa ti piace.

Ti portano quindi un catalogo che pesa 9 quintali e mezzo con 200 mila tagli per pagina. tu guardi le foto e vedi un sacco di tagli stupendi

MA

c’è sempre un ma… Le modelle non hanno le guance, hanno dei solchi, gli zigomi non esistono e i sorrisi, per 3/4 delle foto, nemmeno. Ti guardi allora allo specchio e tu hai gli zigomi alti, le guance piene e il sorriso stampato in faccia. Ora mi devono spiegare come faccio io a capire se un taglio mi sta bene o no!

Sta di fatto che fra 10 giorni andrò dalla parrucchiera, porterò la foto del mio ultimo taglio rasato, e mi farò rifare i capelli così…perchè non ho voglia di guardare nessun cavolo di catalogo!

capelli