Tag

, , , , ,

Stamattina ho letto la notizia su “Bar Refaeli” che viene contestata dal governo Israeliano, in quanto non ha fatto il servizio militare grazie ad una scappatoia. In Israele il servizio militare è obbligatorio si per gli uomini che per le donne.

Untitled

Mi sono domandata quindi: per quale motivo in Itlia hanno tolto il servizio militare? E soprattutto, perchè solo gli ometti?

Qui, direttamente da wikipedia, i pro e i contro al servizio militare, motivi anche ufficiali a quanto pare per la legge che nel 2001 ha reso il servizio militare facoltativo e volontario:

Tra le argomentazioni favorevoli alla leva possiamo annoverare:

  • la leva ha favorito la conoscenza, soprattutto per i giovani di realtà disagiate, di aree lontane, e anche l’integrazione linguistica;
  • la leva garantiva un costante afflusso di soldati a costi poco elevati;
  • i giovani potevano conoscere realtà diverse da quelle quotidiane, con possibilità di stringere forti legami di amicizia;
  • la leva aiutava a dare una disciplina e uno spirito di cooperazione di gruppo;
  • secondo alcuni medici, l’abolizione della leva obbligatoria (con conseguente abolizione dell’obbligo di visita medica), non permetterà di identificare alcune patologie dell’apparato riproduttivo maschile che, molto spesso a causa di pigrizia o pregiudizi da parte dell’interessato, venivano identificati proprio dai medici militari durante la visita. Tra le patologie più comunemente riscontrate, la più frequente era il varicocele.
  • la leva poteva costituire un momento di formazione per l’individuo e dal punto di vista caratteriale e nello spirito.
    al contrario di un esercito di coscritti, quello volontario creerebbe secondo taluni, in un contesto di non consolidata democrazia, una sorta di casta militare a se stante ed armata, che potrebbe degenerare in strumento di potere per colpi di stato od operazioni di repressione in nome dell’ordine pubblico.

Tra le argomentazioni contrarie si distinguono:

  • la leva era un’imposizione contro la libertà personale, una sorta di schiavitù temporanea; alcune movimenti (come il pacifismo e l’antimilitarismo) sono contrarie per ragioni etiche;
  • un ambiente di rigorosa gerarchica disciplina non è adatto a tutti gli individui, tanto meno può essere imposto;
    la leva sottraeva tempo utile alla vita civile, causando un costante danno economico, ritardando l’ingresso nel mercato del lavoro di migliaia di giovani;
  • il servizio poteva non dare una preparazione militare adeguata e sovente consisteva nel puro addestramento formale e in lavori di manovalanza per il semplice mantenimento della struttura dove il coscritto era incorporato;
  • a volte durante il servizio di leva non venivano rispettati i diritti umani dei militari, in particolare le reclute venivano vessate da militari più anziani, solitamente anch’essi di leva, con atti di bullismo e violenza. È da sottolineare la presenza di coscritti con disagio sociale e con precedenti giudiziari (la legge italiana fa divieto espressamente che questi ultimi vengano cancellati dalle liste di leva), soggetti per i quali gli altri giovani si trovavano impreparati, trovandosi a loro volta in stato di insubordinazione. Queste deprecabili pratiche erano inquadrabili nel fenomeno chiamato nonnismo, poiché esercitate dagli anziani (i cosiddetti “nonni”);
  • sovente i militari acquisivano, nel corso dello svolgimento della leva, vizi che prima non avevano, come il tabagismo, l’alcolismo e in casi non rari il frequentare prostitute;
  • la coscrizione esclusivamente maschile configurava una forma di sessismo, essendo obbligatoria solo per gli individui di sesso maschile, che perdevano un anno di studio o di lavoro;
  • avere un esercito non basato sulla coscrizione permette di avere personale meglio motivato, formato, addestrato ed in generale più preparato ad operare in diverse situazioni ed attività.

Potendo condividere alcune motivazioni, mi chiedo comunque perchè sia stata abolita, e soprattutto perchè non sia stata estesa anche al genere femminile, credo che qualche mese di leva, magari riorganizzato meglio di quanto non lo fosse prima, farebbe bene a molti ragazzini, ma anche a molti trentenni di oggi…uomini o donne che siano!